Tutta un’altra storia

Di Davide Consoli

✒️Titolo: tutta un’altra storia

✒️Autore: Davide Consoli

✒️Casa editrice: De Ferrari Editore

⭐⭐⭐⭐⭐/5

✒️Trama:

Genova, settembre 1996. Willy è uno studente di scuola Superiore con la passione per la scrittura e la recitazione. La sua quotidianità si alterna tra scuola, amici, prove teatrali e pomeriggi trascorsi sugli scogli di boccadasse nella scrittura di un manoscritto. Una tranquillità stravolta dall’arrivo in classe di Martina, che altera sin da subito equilibrio tra lui, gli amici e la sua ex ragazza Anna li sa, anch’ella sua compagna di classe. Questo però senza intaccare la sua passione per il teatro e la recitazione che, articolandosi tra le rappresentazioni e la promessa del regista di trasformare il suo manoscritto in sceneggiatura da mettere in scena, lo porta a sognare a occhi aperti sul suo futuro artistico. Il suo obiettivo è quello di far arrivare il manoscritto alla redazione del talk show giovanile “amici”, per parlare della tematica valori al e del suo contenuto: il tema è la famiglia e soprattutto l’incredibile rapporto tra un nonno e il suo nipote, in un contesto contemporaneo e giovanile. Un sogno che suscita la perplessità dei suoi amici più intimi, che essendo più grandi di lui, cercano di tenerlo con i piedi ben piantati a terra. Prevarrà la disillusione o Willy insisterà nel seguire la sua strada? Chi, tra Martina e Anna li sa, saprà stargli vicino?

📌”pioggia, pioggia e ancora pioggia” ok siamo a Genova, non c’è dubbio 

✒️ Recensione:

Un F10, gli Walkman e gli 883, la penna e il quaderno ormai sostituiti con PC e tablet, lo zaino Invicta, siamo negli anni 90, non ero ancora adolescente ma ne rimpiango molte cose che queste pagine mi hanno via, via fatto ricordare. Willy è uno studente, impegnato in vari campi, pieno di sogni e grandi ambizioni, scoprirà presto che non saranno così facili da realizzare nemmeno mettendoci tutto l’impegno del mondo.
La scrittura fluida e scorrevole, perfetta, senza errori, porta il lettore a leggere pagina dopo pagina con grande leggerezza, i dialoghi stemperano la lettura e così ci si addentra nell’adolescenza, nell’amicizia e nell’amore, nei sogni grandi che forse con gli anni I ragazzi hanno un pò perso. ..  

La trama è coinvolgente e se qualcuno conosce genova come me posso essere certa dell’ambientazione resa davvero in modo perfetto. “no, domani gioca la Samp” e io aggiungerei “belin!”. Faccio davvero i complimenti all’autore per essere riuscito a portarmi in un angolo genovese del ’96, con personaggi verso i quali difficilmente non si entra in una sorta di contatto/empatia che voltata l’ultima pagina l’unico pensiero è davvero “peccato, è già finito”.

Pubblicato da paroleepensierisparsi

leggo, scrivo, suono e spesso disegno... mi piace dire la mia, farmi domande e cercare di darmi delle risposte. ho una pagina instagram che si chiama paroleepensieri88 :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: